2006 - Paradigma




Giacobbe voleva prendere
i suoi figli e le sue mogli
ed andarsene.
Abramo invece
cacciò Ismaele figlio di Agar.
Il sole batteva sulla sabbia
e la luna illuminava la notte
che le cose si potevano chiamare
con il loro nome.

Il deserto di dune era fermo
in assenza d’acqua.
Sara si ingelosì di Agar
dopo averla fatta partorire
sulle sue ginocchia.

La notte era piena
di gridati silenzi
ma a Sara
non arrivò il grido di Isacco.






Giuseppe guarda il pallore di Maria.
L’incredulità di Giuseppe ferisce Maria
ma l’angelo appare e parla
Giuseppe guarda il trasecolare di Maria.
La parola è amore
e Giuseppe ama Maria
madre di Gesù il figlio deciso altrove.
Giuseppe sente gli occhi di Maria
padre putativo uomo per amore.
Giuseppe ama la grazia di Maria
e le sue mani ingenue
lui scelto per fare il padre di Gesù
il Dio incarnato.
Maria si specchia negli occhi di Giuseppe
della casta di David
e il desiderio prende corpo
Giuseppe uomo attira a sé Maria
e ama la madre e la donna
vergine nel concepire donna per amore.